CON IL BEATO ODORICO IN CARINZIA

Primo viaggio di devozione, cultura e amicizia del triennio preparatorio al settimo centenario di un altro, storico, viaggio, quello compiuto dal Beato Odorico da Pordenone.  Il viaggio è indetto dalla Commissione promotrice della canonizzazione e del culto e vuole valorizzare i pochi, ma sicuri, documenti che attestano presenze del beato: presenze storiche della sua persona prima della partenza per l’Oriente nel 1318 o presenze “spirituali” laddove Odorico intercedette miracoli subito dopo la morte, pure documentati. E’ il caso di Villaco, oggi bella città della Carinzia a pochi chilometri dalla nostra Tarvisio, scelta come meta di un viaggio, invitante anche per la bellezza del creato (opera di Dio da custodire!) nelle successive tappe della giornata di sabato 1° ottobre: Spittal, luogo legato al casato friulano dei Porcia (risalendo il fiume Drava che passa anche per Villaco): per tale motivo il comune di Porcia aderisce all’iniziativa e rinnova il suo gemellaggio con la città carinziana insieme a cinquanta concittadini partenti da Palse; altra tappa a Millstatt, sede di antica abbazia (costeggiando l’ampio omonimo lago alpino).  Scopo non secondario dell’iniziativa è favorire comunione fra le componenti interessate al vicino centenario e che sono parte della Commissione: parrocchie “odoriciane” delle città di Pordenone e Udine e frati postulatori della causa. Vertice dell’itinerario sarà ovviamente la messa in onore del beato celebrata dal presidente della Commissione mons. Guido Genero nella chiesa dei Frati Minori di Villaco: frati che, scesi a Udine nel gennaio 1331, rientrarono poi al loro convento austriaco con una particella dell’abito in cui era stata rivestita la salma di Odorico e la applicarono a una donna allettata che non era più capace di alcun movimento. Guarigione istantanea, miracolo, che i cronisti ci hanno tramandato e permette ora a Odorico di scavalcare il confine del suo Friuli. Iscrizioni: a Udine presso la parrocchia del Carmine tel 0432 501465; 0432 509074; a Pordenone, presso le parrocchie B. Odorico (tel 0434 43650), S. Marco, Villanova e Cristo Re; a Palse di Porcia (parrocchia) tel 0434 921213. Partenze: da Pordenone, ore 7, dalla parrocchia di viale Libertà; da Palse, ore 7; da Udine, ore 7.30, dalla stazione autocorriere (lato via Leopardi).0001 (26)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

CON IL BEATO ODORICO IN CARINZIA

Primo viaggio di devozione, cultura e amicizia del triennio preparatorio al settimo centenario di un altro, storico, viaggio, quello compiuto dal Beato Odorico da Pordenone. Il viaggio è indetto dalla Commissione promotrice della canonizzazione e del culto e vuole valorizzare i pochi, ma sicuri, documenti che attestano presenze del beato: presenze storiche della sua persona prima della partenza per l’Oriente nel 1318 o presenze “spirituali” laddove Odorico intercedette miracoli subito dopo la morte, pure documentati. E’ il caso di Villaco, oggi bella città della Carinzia a pochi chilometri dalla nostra Tarvisio, scelta come meta di un viaggio, invitante anche per la bellezza del creato (opera di Dio da custodire!) nelle successive tappe della giornata di sabato 1° ottobre: Spittal, luogo legato al casato friulano dei Porcia (risalendo il fiume Drava che passa anche per Villaco): per tale motivo il comune di Porcia aderisce all’iniziativa e rinnova il suo gemellaggio con la città carinziana insieme a cinquanta concittadini partenti da Palse; altra tappa a Millstatt, sede di antica abbazia (costeggiando l’ampio omonimo lago alpino). Scopo non secondario dell’iniziativa è favorire comunione fra le componenti interessate al vicino centenario e che sono parte della Commissione: parrocchie “odoriciane” delle città di Pordenone e Udine e frati postulatori della causa. Vertice dell’itinerario sarà ovviamente la messa in onore del beato celebrata dal presidente della Commissione mons. Guido Genero nella chiesa dei Frati Minori di Villaco: frati che, scesi a Udine nel gennaio 1331, rientrarono poi al loro convento austriaco con una particella dell’abito in cui era stata rivestita la salma di Odorico e la applicarono a una donna allettata che non era più capace di alcun movimento. Guarigione istantanea, miracolo, che i cronisti ci hanno tramandato e permette ora a Odorico di scavalcare il confine del suo Friuli. Iscrizioni: a Udine presso la parrocchia del Carmine tel 0432 501465; 0432 509074; a Pordenone, presso le parrocchie B. Odorico (tel 0434 43650), S. Marco, Villanova e Cristo Re; a Palse di Porcia (parrocchia) tel 0434 921213. Partenze: da Pordenone, ore 7, dalla parrocchia di viale Libertà; da Palse, ore 7; da Udine, ore 7.30, dalla stazione autocorriere (lato via Leopardi).

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La visita alle Comunità delle religiose

Una nota a parte merita la giornata riservata la vigilia della festa alla visita alle comunità di religiose. Quest’anno hanno accostato la figura del beato cappuccino le suore di Conegliano (30 sorelle della Misericordia e 44 figlie di Maria Ausiliatrice). Il Comitato, accompagnato da don Leo Collin, ha affidato loro particolarmente l’intenzione di pregare per la pace nel mondo in un momento tanto difficile. A conclusione delle diciotto celebrazioni particolari (l’ultima sul treno violetto rientrante a Pordenone da Lourdes proprio nella serata del 13 agosto) un sacerdote ha commentato: “Bello questo allargare il discorso su Padre Marco; doveroso creare una sensibilità diffusa nel territorio”. Per un santo oltretutto europeo (celebrazioni solenni si sono svolte a Vienna e Budapest)! Insomma, una “Settimana” in linea con la raccomandazione di papa Francesco per una “Chiesa in uscita”. Che il Beato Marco ha nel dna. Appuntamento ora all’analogo “mese odoriciano” di gennaio a Pordenone.

20160812_201616 20160812_204418 20160812_191545

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Visitate anche le parrocchie durante la settimana del Beato

La festa, quest’anno caduta di sabato, ha favorito un’estensione del ricordo anche in diverse parrocchie, raggiunte dal Comitato con la reliquia del beato (oltre che al Cristo, alle Grazie e Casa Serena di Pordenone, a Sant’Antonio di Porcia, a Fontanafredda) o con la nuova immaginetta pure intonata al Giubileo della Misericordia e ai suoi patroni (diffusa in cinquanta luoghi, dove si è pure celebrato il beato). Ovviamente la concelebrazione serale a Villotta, proposta all’aperto dalle parrocchie di Aviano, ha avuto col vescovo speciale solennità e concorso di fedeli.  Sentiti sono stati pure i momenti liturgici finali della settimana, domenica 14 agosto. Al duomo di Sacile il ricordo (radiodiffuso) del beato – transitato in città nel 1685 – ha avuto densità teologica grazie all’omelia dell’arciprete don Graziano De Nardo, mentre il grande santuario della “Santissima” alle sorgenti del Livenza era strapieno di fedeli in ascolto del decano dei nostri parroci mons. Cagnin.

dav

dav

dav

dav

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

BEATO MARCO SETTIMANA DAI MONTI AL MARE ALL’INSEGNA DEL GIUBILEO

Settimana fervorosa, all’insegna del Giubileo, quella per il Beato Marco nei giorni precedenti il Ferragosto. A cominciare questa volta dalla montagna, interessata al beato dal Comitato per la canonizzazione che ha portato in Valcellina e Valcosa, nella radiosa domenica 7 agosto, sessanta pellegrini alle porte sante delle parrocchiali di Claut e Clauzetto dove, per provvidenziale coincidenza, le rispettive amministrazioni comunali hanno intitolato al nome di Padre Marco i siti del parco giochi (Claut) e della salita retrostante la chiesa (Clauzetto), favoriti da Rita Bressa e Fabiano Filippin presso i sindaci Bosio e Del Missier. L’incontro degli ospiti si è esteso a Cimolais con le sue vette dolomitiche e alle grotte di Pradis valorizzate cinquant’anni fa da don Terziano Cattaruzza: realtà cui essere più attenti.  Nella serata della stessa domenica, a Pordenone, messa affollata al Cristo: il rettore mons. Menaldo si è reso promotore per la seconda volta anche di una novena all’antico cappuccino preparatoria della festa e conclusa con la sentita celebrazione nella mattinata del 13 predicata da padre Licinio dei Cappuccini di Portogruaro.  Ma anche il mare ha avuto il suo posto nel calendario: il 13 agosto sono stati coinvolti i turisti a Caorle nella grande chiesa della Colonia “Mari” (edificata cinquant’anni fa esatti dall’ingegnere pordenonese Ernesto Raffin); quelli a Bibione hanno ricevuto il pieghevole dell’Atto di dolore perfetto predisposto dal Comitato alle varie messe festive, ben frequentate in quest’altra chiesa giubilare estiva della diocesi.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Devozione delle Suore della Misericordia di Conegliano

Nella settimana dedicata alla devozione del Beato, il Comitato il 12 agosto ha fatto visita alle suore della Misericordia di Conegliano, nelle foto il bacio alla RELIQUIA e il successivo momento di ricordo del Beato Marco d’Aviano

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La memoria liturgica del 13 agosto in ricordo del Beato Marco D’Aviano

La memoria liturgica del 13 agosto si estende a questa e ad altre diocesi del Triveneto, dell’Austria e alle chiese francescane in ogni dove (persino i nostri pellegrini a Lourdes del treno violetto la celebrano). In diversi luoghi viene diffuso il pieghevole con l’atto di dolore perfetto e un nuovo santino “giubilare”. Questo richiama, nel 25° anniversario, il decreto della Congregazione vaticana 6 luglio 1991 sulla santità di vita del cappuccino che – si legge – “esortava tutti alla conversione, alla penitenza, alla perfetta contrizione e alla confessione dei peccati; in virtù del suo ministero, molti ritornavano a Dio e si accostavano ai sacramenti”. Giubileo!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

BEATO MARCO: 13 agosto del Giubileo nel 25° delle decretate virtù eroiche

Grande apostolo di misericordia e dell’indulgenza giubilare: il Beato Marco d’Aviano è davvero il santo che fa al caso di questo Anno Santo! Lo si è percepito per esempio a Claut e Clauzetto domenica scorsa 7 agosto alle celebrazioni – abbagliate di luce estiva (che panorami paradisiaci!) – che hanno visto le due comunità montane privilegiate della Porta Santa del Giubileo straordinario accogliere devoti, pellegrini e turisti alle intitolazioni al beato disposte dai due sindaci Franco Bosio e Flavio Del Missier.  Sessanta gli ospiti saliti dalla pianura in pullman anche a “solidarizzare” con le genti della montagna, spesso emarginate, ma ancora forti nei valori della tradizione religiosa e custodi di incomparabili ricchezze della natura. Sottolineata da tutti l’attualità di Padre Marco nei difficilissimi contesti in cui l’Europa si dibatte: uomo di pace, di dialogo e di coerente affermazione della propria identità. I riti seguiti alle intitolazioni a Claut a Clauzetto – e la sera stessa al Cristo a Pordenone – hanno trasformato in preghiera, onorando pure la reliquia del beato, le sollecitazioni della storia presente.

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SETTIMANA DEL BEATO MARCO – Agosto 2016 nel Giubileo straordinario della Misericordia

Domenica 7 agosto

Claut (Pn): A cura del Comune, Cerimonia d’intitolazione al Beato Marco del parco giochi con discorsi e benedizione, ore 10.30. Segue, in chiesa parrocchiale, Messa festiva con Indulgenza del Giubileo attraversando la Porta Santa; recita dell’Atto di dolore perfetto, bacio della reliquia  

Clauzetto (Pn): Salita penitenziale della gradinata della chiesa di San Giacomo; a cura del Comune, Cerimonia di scopertura di una targa in onore del Beato Marco, discorsi e benedizione, ore 16.30. Segue, in chiesa parrocchiale, Vespri giubilari presente la reliquia del Preziosissimo Sangue di Cristo; Indulgenza attraversando la Porta Santa, recita dell’Atto di dolore perfetto (diffusione pieghevole), bacio della reliquia del beato

 *Pellegrinaggio giubilare a Claut e Clauzetto di un gruppo di devoti coordinati dal Comitato B. Marco, i quali nel pomeriggio visitano a Clauzetto anche il cimitero di guerra di Val da Ros (centenario del primo conflitto mondiale) e le grotte di Pradis (ricordo del lavoro svolto da don Terziano Cattaruzza)

Pordenone, chiesa del Cristo: Messa concelebrata con il rettore e i sacerdoti confessori in questa chiesa, ore 20.30 (recita dell’atto di contrizione, omelia, bacio della reliquia, canto dell’inno)     *Qui lavorò p. Venanzio per la riscoperta di P. Marco e la beatificazione *Trasmissione sul Beato Marco a “Radio Voce nel deserto” Pordenone (rubrica “I volti della misericordia”): giovedì 4 agosto, ore 10.15 (replica 7 agosto, ore 21.30); a Radio Palazzo Carli Sacile: … agosto …

Venerdì 12 agosto         *Giornata vigiliare della festa con attenzione alla Vita Consacrata    Conegliano (Tv), Casa Sant’Antonio delle Sorelle della Misericordia: Visita con la reliquia alla comunità di suore anziane, preghiera d’intercessione e conversazione, ore 16    Collegio Immacolata delle Suore Figlie di Maria Ausiliatrice: Vespri, liturgia d’intercessione al Beato Marco e bacio della reliquia con la comunità religiosa, ore 18.45. Segue visione di un filmato

Sabato 13 agosto

*La memoria liturgica del Beato Marco si celebra al mattino nelle chiese delle diocesi di Concordia-Pordenone, Vittorio Veneto, Padova, oltreché nell’Arcidiocesi di Vienna e nelle chiese rette dai francescani  . Celebrazioni con memoria particolare, promosse dalle rispettive parrocchie o chiese, di cui si è a conoscenza

Pordenone, chiesa del Cristo: Messa del beato celebrata da un cappuccino (bacio reliquia), ore 10  *Qui dal 4 al 12 agosto: Novena in onore del beato alle messe di orario

Pordenone, santuario B.V. delle Grazie: Messa in onore del beato e nell’anniversario della Dedicazione della chiesa celebrata dal priore d. Luca Giustarini; bacio della reliquia in dotazione al santuario, ore 9;  Messa festiva con ricordo, ore 18

Caorle (Ve), chiesa della Colonia marina ODA di Vittorio Veneto: Messa con ricordo del beato celebrata da mons. Rino Damo per i fedeli turisti, ore 19

 Villotta d’Aviano (Pn), chiesa parrocchiale: Santa Messa solenne concelebrata con il vescovo Pellegrini; canti delle corali parrocchiali della Pedemontana Avianese, ore 20.30; quindi processione al capitello con il reliquiario (a cura della parrocchia). Al termine (sagrato), esibizione di un gruppo rumeno partecipante al Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo

Bibione (Ve): Diffusione del pieghevole giubilare con l’Atto di dolore perfetto alle messe festive di orario del sabato celebrate nelle chiese della località turistica

Domenica 14 agosto

Sacile (Pn), duomo: Messa con recita dell’Atto di dolore perfetto e omelia dell’arciprete don Graziano De Nardo nel Giubileo della Misericordia; bacio della reliquia e diffusione, ore 9.30

Coltura di Polcenigo (Pn), santuario della Santissima Trinità: Ricordo del beato alla messa celebrata dal parroco mons. Silvio Cagnin, bacio della reliquia e diffusione, ore 18

*A Vienna, nella Kapuzinerkirche, Messa solenne cantata, domenica 14 agosto ore 16

*La festa del Beato Marco è solennizzata pure nella chiesa dei Cappuccini di Budapest, sede di una parrocchia per gli italiani dimoranti nella capitale ungherese intitolata al beato.  

*Messa solenne, lunedì 15 agosto, ore 19, nella chiesa del convento dei Cappuccini di Nocera Inferiore (Sa) con esposizione di una reliquia del beato   (nb – questo appuntamento ci viene sempre comunicato)

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sante Messe in memoria del Beato Marco d’Aviano- Chiesa del Cristo Re a Pordenone

0001 (20)

Due Sante messe in memoria del Beato Marco d’Aviano nella ricorrenza della morte. La prima domenica 7 agosto alle ore 20.30; la seconda sabato 13 agosto alle ore 10.00 – chiesa del Cristo Re a Pordenone. Novene alle Messe del 4 e del 12 agosto.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento