Don Luigi Biancuzzi ha raggiunto la Casa del Padre

Ci ha lasciato Don Luigi Biancuzzi. La foto è stata scattata durante l’incontro del 10 agosto : sarà il miglior commento vedere Luigi baciare la reliquia del nostro beato. Grazie! Era molto sensibile e avrà in cielo un grandissimo piacere di ritrovarsi così ricordato.Un caro friulano saluto nel più dolce ricordo del bene che Luigi ha voluto a Gesù, quindi a tutti e… a noi! Comunichiamo con dolore e cristiana speranza che – accompagnato certo in cielo dai Santi Angeli nella loro festa – a 75 anni di età il grande cuore del nostro carissimo

L U I G I   B I A N C U Z Z I

ora batte con il cuore di Dio. Grande è stata la sua fede affinata lungo una vita segnata dal limite della malattia cardiaca che lo aveva colpito ancora adolescente. Grandemente legato al venerato a Udine padre Cesario e perciò all’indimenticabile per noi padre Venanzio, assorbì da questo la devozione al Beato Padre Marco partecipando con forte convinzione e fervore a tutti i momenti che hanno sostenuto, da almeno una trentina d’anni a questa parte, il cammino verso e dopo la beatificazione dell’antico e santo cappuccino friulano ed europeo, rifondandone il Comitato per la causa nel 2013. Fortissimo a Pordenone fu pure il suo rapporto con don Angelo Pandin nella migliore devozione alla Madonna. Era anche nato nel giorno della memoria annuale del Beato Odorico, santo frate pordenonese e udinese insieme. Lo piangiamo umanamente per la sua cordialità, sensibilità umana spiccata, attenzione e discrezione alle persone degli amici, espressa sino agli ultimi giorni, e prima con la sua macchina fotografica. E però nella serenità – e sereno lui ci disse sorridente di essere stato sempre in questi mesi di più acuta sofferenza – che viene appunto dalla fede pasquale da Luigi vissuta intensamente anche come ministro straordinario dell’Eucaristia e delle celebrazioni comunitarie nelle sue parrocchie del comune di Pavia di Udine. Siamo uniti in queste ore alla moglie, la cara signora Ermida, che l’ha assistito con impareggiabile dedizione, e ai tre figli. La messa di cristiano commiato si celebra nella chiesa parrocchiale di Lauzacco di Pavia di Udine alle ore 17 di venerdì 4 ottobre, festa del Serafico San Francesco e primo venerdì consacrato al Cuore Sacratissimo di Gesù, del cui Amore misericordioso confidiamo Luigi goda oggi per sempre felice.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Don Luigi Biancuzzi ha raggiunto la Casa del Padre

LUOGHI DI TURISMO E VIAGGIO A VIENNA

Il crocevia di genti appartenenti ai tre ceppi linguistici del continente, latino, germanico, slavo, che il Friuli Venezia Giulia è, con simbolo il santuario sul Monte Lussari, trova nel Beato Marco, per il terzo agosto consecutivo, il “patrono” conforme a tale peculiare vocazione. Alle celebrazioni eucaristiche predicate domenica 11 agosto nel Tarvisiano dal nostro don Luigi si alternano le lingue slovena (a Ugovizza) e tedesca e italiana (a Malborghetto e Bagni di Lusnizza), grazie pure a testi riferiti al beato d’Europa che il Comitato ha predisposto nelle lingue della Valcanale e mette a disposizione insieme a recenti biografie. Questo valore europeo, esplicitante e in definitiva invocante pace là dove infuriò guerra, brilla poi nel viaggio a Vienna del 20/22 agosto di 57 persone animate da Claudio Sottile, del Comitato Beato Marco, che partono da Basalghelle, Mansué e Ghirano (con i loro parroci e un frate di Motta), Pordenone (con don Sergio Moretto), Udine. Tappe di celebrazione nella trasferta sono, dopo l’abbazia di Heiligenkreuz nel Bosco Viennese, l’urna del beato nella Kapuzinerkirche (con corteo al monumento esterno e quindi visita alle tombe imperiali sottostanti)e, ultimo giorno, il santuario memoriale della liberazione del 1683 sul Kahlenberg (con il finale di un pranzo alla vista panoramica della città). Peculiarità del viaggio è la visita ben guidata dei luoghi del rapporto del cappuccino con Casa d’Asburgo, specie la Hoffburg e l’Augustinerkirche, più il castello di Schonbrunn. Ma un altro andare insieme si è aggiunto a inizio mese del Beato Marco (4 agosto): l’uscita nella montagna pordenonese, auspice il Comitato, di una cinquantina di amici in festa con don Terziano che ha celebrato la messa di diamante con otto preti nelle “sue” Grotte di Pradis, visitate in gruppo “guidato” dall’enciclica Laudato si’ di papa Francesco sulla custodia del creato, sempre più attuale. Si è andati allora anche al nuovo Centro parrocchiale intitolato al Beato Marco ad Anduins e si è deposta nella “cattedrale” di Vito d’Asio una convinta preghiera e il ritratto di un altro “santo”, Egidio Bullesi, che ci sta a cuore ed ebbe lassù una lunga amata presenza nel parroco della piccola comunità.    

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su LUOGHI DI TURISMO E VIAGGIO A VIENNA

ANNUNCIO IN SANTUARI E ALTRE COMUNITÀ

Quest’anno è significativo (ogni festa ha la sua vigilia!) il giorno antecedente a quello del beato. Il 12 agosto si va in pullman, veneti orientali e friulani occidentali tutti guidati da un altro prete del Comitato, don Brunone De Toffol (parroco di Farra di Soligo), nella sperduta ma carina Rizzios di Calalzo per portare, là dove si onora il Beato Marco nella “reliquia” della sua pianeta restaurata,un ritratto di lui che manca alla chiesina, la quale è però una sorta di pinacoteca (ritratti di protagonisti della liberazione di Vienna: imperatore Leopoldo I, papa Beato Innocenzo XI di cui ricorre proprio in questo giorno la memoria; e di devoti dell’epoca a Padre Marco: il patriarca d’Aquileia Delfino, il cardinale Colloredo). Il “buco” lo riempie il pittore Andrea Susanna di Poincicco, con la gioia del parroco uscente e presidente la messa pomeridiana don Angelo Balcon e della gente sempre generosa qui… anche incombente una pioggerellina dalla quale ci si è invece prima salvati a Pieve di Cadore visitando l’arcidiaconale di un quaresimale del beato e il vicino santuario dell’unica tavoletta per grazia ricevuta vivente lui. Si coinvolge inoltre, a fine programma, sforando agosto di un giorno ma domenicale (1° settembre), il celebre santuario di Barbana: i cari Frati Minori accolgono sull’isola della laguna un oratore doc, mons. Guido Genero, per di più “titolato” perché guida dell’altro gruppo promotore di un beato nostro, e pure frate minore, Odorico da Pordenone: li preghiamo così e “gustiamo” insieme, i due campioni del cielo e di questa terra, presenti a moltissimi pellegrini nelle loro reliquie esposte, e ovviamente baciate o toccate concluse le tre messe e prediche.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su ANNUNCIO IN SANTUARI E ALTRE COMUNITÀ

BEATO MARCO D’AVIANO e TRIESTE SABATO 14 SETTEMBRE 2019

A  DUINO  –  Risorgive del Timavo e Castello Della Torre

Ore 9.15:  Sosta alle risorgive del fiume Timavo e agli antichissimi sito e chiesa di San Giovanni in Tuba. Benvenuto del parroco di Duino al Comitato per la causa del Beato Marco e ai pellegrini giunti dal Pordenonese e dal Goriziano Ore 10.30:  Visita guidata del Castello, più volte meta di Padre Marco. Saluto alla famiglia dei principi Della Torre nel ricordo dell’intenso rapporto di essa con Marco d’Aviano. Breve eventuale saluto al Collegio del Mondo Unito nel nome di “Marco d’Europa” A conclusione:  Preghiera invocando il beato cappuccino nella chiesa del Castello A  TRIESTE  MONTE GRISA  –  Tempio mariano nazionale Dopo il pranzo (ore 13.15) nelle strutture ricettive del Tempio e la ricreazione Ore 15.45:  Momento recitato e cantato dal titolo “Il panettiere e la luna. Ballata per un cappuccino” ideato dal triestino Marco Rodriguez. Si esibiscono: l’attore Lorenzo Zuffi, la cantante Marinella Miletich e i musicisti Diego Zotti, Amleto De Ninno e Paolo Cervi Kervischer.  A introduzione:  Saluti del rettore del Tempio e del Comitato Beato Marco con illustrazione dell’attività apostolica svolta dal celebre cappuccino a Trieste e Capodistria Ore 18:  Rosario con preghiere mariane del Beato Marco guidato da padre Luigi Moro Consacrazione al Cuore Immacolato ricordando la festa del Santo Nome di Maria Ore 18.30:  CELEBRAZIONE EUCARISTICA nella festa dell’Esaltazione della Santa Croce. Benedizione di un dipinto del Beato Marco opera di Ivana Panizzo.  SegueProcessione per la collocazione dell’opera nella chiesa inferiore e bacio alla reliquia del beato Sono presenti dal Pordenonese, con il Comitato Beato Marco, la Famiglia del Cuore Immacolato di Maria “B. Marco d’Aviano” di Cordenons/Marsure e un gruppo di pellegrini. Inoltre la Gebetsliga (Unione di preghiera Beato Carlo per la pace e fratellanza tra i popoli) Indicazioni per il pellegrinaggio dal Pordenonese Partenze in pullman: Cordenons, piazza Vittoria ore 7.00; Pordenone, parcheggio Ospedale Nord ore 7.15; Portogruaro, rotonda uscita autostradale ore 7.45 Quota di partecipazione (pullman + entrata al castello + pranzo)  € 35 Adesioni:Gianfranco Alzetta 0427 79499; Walter Arzaretti 0434 366613Giovedì 12 settembre, ore 20, Santuario “Madonna del Monte” sopra Aviano – Rosario e Messa della festa del Santo Nome di Maria nell’anniversario della liberazione di Vienna propiziata dal B. Marco. Anche in preparazione al pellegrinaggio a Trieste del 14 settembre

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su BEATO MARCO D’AVIANO e TRIESTE SABATO 14 SETTEMBRE 2019

CELEBRAZIONI TRADIZIONALI MESE DI AGOSTO 2019

La sera della memoria liturgica a Villotta d’Aviano vescovo, preti dell’Unità Pastorale e del Comitato Beato Marco, più alcuni cappuccini, sindaco e gente devota fanno ala al reliquiario, “scortato” al termine della messa cantata fino al capitello ove risuona ancora il racconto del Transito. Morto il cappuccino alle 11 del mattino del 13 agosto, a tale ora quella narrazione è letta pure al “Cristo” di Pordenone, da dove padre Venanzio fece beato il suo antico confratello, come il celebrante don Luigi Stefanuto ricorda anche al presente vicesindaco della città prima di dare da baciare la reliquia che un’ora avanti si è fatta toccare al santuario delle Grazie per invito convinto del parroco padre Giovanni, il quale ha presentato il beato di tutta la nostra terra con espressioni più che appropriate. Altro luogo opportuno e altra messa “consolidata” è concelebrata con don Terziano e don Bernardino per gli ammalati ricoverati nell’Ospedale cittadino il 18 agosto quando, nel pomeriggio, un altro luogo estivo “tipico” per Padre Marco, oltretutto perché della Pedemontana sua natìa, la “Santissima” di Coltura, vede esaltate, nel nome di un unificatore, oltre che l’origine francescana del santuario, l’essere un punto d’incontro (sul Livenza) di gente, tanta gente, di due diocesi (Concordia-Pordenone e Vittorio Veneto): questa rivolge onore, canti, preghiere al Nostro, stimolata ancora da don Luigi presidente del Comitato.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su CELEBRAZIONI TRADIZIONALI MESE DI AGOSTO 2019

UN MESE D’AGOSTO ALL’INSEGNA DEL BEATO MARCO D’AVIANO

Un puzzle di vaste dimensioni completato in un mese, dove a giocare è stata anche la fatica compensata però dall’incomparabile vista e godimento della varietà, pure etnico-linguistica, e dunque delle tradizioni nelle quali si incarna la fede del nostro popolo, anzi delle nostre genti (al plurale). Un “ambiente” ideale, il NordEst, per calarvi il valore cristiano dell’unione fra i popoli “per la pace” che è proprio di una causa dai connotati europei. Queste le sensazioni che ci portiamo dentro dopo la lunga peregrinazione di agosto nella festa del Beato Marco2019che ha incentivato la preghiera al cappuccino, presente nel segno della reliquia in luoghi significativi di questa terra di confine, pellegrinando fino a Vienna prima che si vada in 14 settembre anche a Trieste, già “porto dell’Austria”. Pure la proposta penitenziale dell’“Atto di dolore perfetto”, recitato ai più di venti momenti avutisi in sette diocesi, ha qualificato l’itinerario e offerto a essi un fondamentale “valore aggiunto”: la misericordia.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su UN MESE D’AGOSTO ALL’INSEGNA DEL BEATO MARCO D’AVIANO

60′ di sacerdozio Don Terziano a Pradis

Celebrato presso le grotte di Pradis il 60′ di sacerdozio di Don Terziano

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su 60′ di sacerdozio Don Terziano a Pradis

MARCO “D’EUROPA”: CAUSA A VOCAZIONE INTER-DIOCESANA E INTER-NAZIONALE, BEATO CATTOLICO VERAMENTE

IL LAVORO DEL COMITATO SENZA E AL DI LÀ DEI CONFINI. MOMENTI DILATATI TUTTO AGOSTO

“Marco d’Europa” è stato il filo conduttore del programma portato avanti dal Comitato Beato Marco soprattutto nell’ultimo anno, coincidente nel 2018 con il centenario di chiusura della Grande Guerra che vide contrapposte Italia e Austria, nazioni oggi amiche, che furono di spola dell’attività diplomatica del Nostro e rispettivamente di nascita e di morte e sepoltura di lui. Si è cercato così di superare gli ambiti locali, già in vita angusti a Padre Marco (nella nostra diocesi mai neppure predicò!), di conoscenza e comprensione di una figura grandiosa di figlio del Friuli perché a caratura europea. Essa necessita di una promozione a raggio interdiocesano e internazionale: il “carisma” di Padre Marco è questo ed è esso a motivare il prosieguo della causa della sua canonizzazione e muovere l’azione del Comitato, dandone un senso profondo.

Lo sguardo è andato in particolare a quella parte di continente che maggiormente interagisce con la regione natale del cappuccino. Già nei due anni precedenti si erano tenuti viaggi in Carinzia (1° ottobre 2016: 159 partecipanti a Villaco/Spittal/Milstatt ricordando i miracoli del Beato Odorico) e in Slovenia (17 agosto 2017: 103 partecipanti ad Aidussina-convento, a Brezje-santuario nazionale e nella capitale Lubiana). L’anno di “Marco d’Europa” ci ha poi visti (9-14 settembre 2018) nel cuore della Mitteleuropa, ancora insieme alla memoria del pure francescano, friulano e internazionale Beato Odorico da Pordenone: a Praga, dal Nostro visitata, e nella “sua” Vienna, in ambedue le capitali europee coinvolgendo i nostri connazionali (in quella austriaca torneremo in sessanta a 320 anni dal transito). Si è così potuto, fra l’altro, iniziare la divulgazione in ambiti vasti della biografia “Il beato che salvò l’Europa” (del friulano d. Marcello Bellina) edita dal Comitato un anno fa insieme al tributo di riconoscenza al primo propulsore della religiosa e storica figura di Marco d’Aviano (lo fece per trent’anni in Friuli), padre Venanzio Renier, nel decennale della morte: su di lui il Comitato ha editato il volumetto “Amico dei santi”.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su MARCO “D’EUROPA”: CAUSA A VOCAZIONE INTER-DIOCESANA E INTER-NAZIONALE, BEATO CATTOLICO VERAMENTE

Settimana del Beato – Case di Religiose

CLa liturgia d’intercessione, presente la reliquia, si tiene: il 10 agosto a Udine nella casa delle Suore Gianelline; e a Gorizia in quella delle Suore Scolastiche Francescane di Cristo Re (congregazione di matrice slovena); il 13 agosto a Pordenone nella casa delleFrancescane Elisabettine di via Padre Marco: sonoinvitate le religiose delle rispettive città. Monasteri di claustrali coinvolti questo mese: l’11 agosto Carmelitane di Montegnacco di Cassacco (Ud); il 13 agosto Benedettine di Poffabro (Pn), Clarisse Cappuccine di Mestre e Agostiniane di Mira (Ve), qui presenti sacerdoti, frati e fedeli.

   Pure nel 2019, dunque, il calendario predisposto dal Comitato fa onore a un beato “senza e oltre i confini” (interessa ben sette diocesi), nella fedeltà alle ispirazioni francescane, quindi universalistiche, che furono del primo suo promotore, padre Venanzio Renier, che ricordiamo a centodieci anni dalla nascita, anniversario onorato con il recente pellegrinaggio nella sua Chioggia (15 giugno 2019).

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Settimana del Beato – Case di Religiose

Settimana del Beato – ANNUNCIO IN SANTUARI E ALTRE COMUNITÀ

A Calalzo di Cadore la messa di lunedì 12 agosto onora il Beato Marco, insieme al papa Beato Innocenzo XI, nella chiesa di Rizzios che viene dotata di un ritratto del beato dipinto da Andrea Susanna, segno che il Comitato, presente con un gruppo di pellegrini da Veneto e Friuli, pone dopo il restauro lo scorso anno della pianeta al Nostro appartenuta e qui conservata. Si coinvolge inoltre nella diffusione il celebre santuario sull’isola di Barbana (laguna di Grado), retto dai Frati Minori francescani: il beato cappuccino, e il conterraneo Beato Odorico da Pordenone, pure frate minore, sono pregati alle messe di domenica 1° settembre dinanzi le loro reliquie.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Settimana del Beato – ANNUNCIO IN SANTUARI E ALTRE COMUNITÀ