Santa messa celebrata in onore del Beato Odorico

I

Nei giorni scorsi si è celebrata fra Udine e Pordenone la festa annuale del missionario Beato Odorico (14 gennaio), la cui causa si segue particolarmente in Friuli in parallelo a quella del nostro Beato Marco. Due grandiosi beati francescani che proiettano la nostra terra “oltre”!Siamo sempre consonanti con quel cammino, seguito in particolare dai frati conventuali del Santo con l’ausilio di una Commissione per la canonizzazione e il culto, sul quale si rinnovano attenzioni soprattutto a ogni inizio d’anno. Questa volta esse sono rivolte a Villanova, la più piccola frazione e parrocchia di Pordenone. La chiesa del borgo presenta un bellissimo altare in pietra che “contiene” scolpite le effigie del patrono Sant’Ulderico e del “comapaesano” (nato lì) Beato Odorico. L’opera compie 500 anni: è firmata e datata 1520 dal Pilacorte; inoltre è inserita sotto la volta e fra le pareti affrescate dal Pordenone, del quale è in corso in città una mostra internazionale. Tutti motivi che hanno indotto a prevedere una celebrazione solenne. Si tiene, come da programma allegato, domenica 19 gennaio a iniziare dalle ore 16.La condividiamo nel comune spirito francescano e di amore ai santi. E anche invitiamo magari a partecipare.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Santa messa celebrata in onore del Beato Odorico

Attività del comitato anno 2019

Nell’anno 2019

  • Abbiamo curato moltissimo i giorni – che hanno coperto tutto agosto prolungandosi fino a metà settembre – del mese celebrativo annuale del nostro beato attorno alla festa di calendario del 13 agosto. Tante sono state le celebrazioni in sua memoria e onore, dilatate nel nostro Nord Est (abbiamo raggiunto infatti località di ben sette diocesi), sottolineando così il carattere interdiocesano – meglio: di comunione fra chiese – della causa del cappuccino. Di lui abbiamo messo in rilievo anche il valore internazionale pellegrinando a Vienna (20-22 agosto) alla tomba e sul monte Kahlenberg e approfondendo la conoscenza del suo rapporto con gli Asburgo che fu di fondamentale importanza per le sorti dell’Europa. Di ritorno da Vienna abbiamo celebrato per la prima volta a “Madonna del Monte” la memoria del Santo Nome di Maria (12 settembre)  anniversaria della liberazione di quella città dal nostro impetrata a Dio. Cadendo la sua festa nel cuore delle ferie agostane, abbiamo ancora privilegiato la diffusione in località turistiche (montane: Tarvisiano, angolo plurilingue della nostra regione, Cadore; e marine: santuario di Barbana) per coinvolgere persone in numero più consistente e di varia provenienza.
  • L’attività di pellegrinaggio è stata anche nel 2019 considerevole, raggiungendo in tale modo alcuni ulteriori luoghi dei passaggi del nostro missionario europeo e lasciando a essi memoria e segni di tali presenze. Da ricordare, oltre alla Chioggia della sua ordinazione sacerdotale (pellegrinaggio del 15 giugno con sosta a Gambarare di Mira per ammirare un altare con pala riservato dal valente maestro Tiozzo al Beato Marco), le tappe a Rizzios di Calalzo il 12 agosto e a Trieste (e castello di Duino) il 14 settembre (con collocazione nella chiesetta della pianeta del beato e nel tempio di Monte Grisa di immagini d’arte suscitatrici di devozione).
  • Ci sta ovviamente sempre a cuore la preghiera d’intercessione, nella quale abbiamo di nuovo coinvolto comunità monastiche e religiose a Udine, Gorizia (qui con preghiera trilingue), Mestre, Mira, Montegnacco di Cassacco, Poffabro, Pordenone oltre le predette Monte Grisa in Trieste e la francescana Barbana. Essa è risuonata pure in santuari frequentati (per esempio la Santissima sul Livenza)  come – felice tradizione – nell’amato capitello del beato a Basalghelle di Mansué. Non abbiamo e non dovremo dimenticare ospedali e case per anziani. Da proseguire è l’esperienza del ritiro spirituale dei devoti nella Santa Quaresima tenutosi il 6 aprile.
  • Nel promuovere itineranza e fiducia nella preghiera di monache di clausura e suore di vita attiva abbiamo fatto onore al mandato di padre Venanzio, nostro fondatore: di lui abbiamo ricordato e celebrato i 110 anni dalla nascita nell’11° anniversario dalla salita al Padre, facendo tappa d’inizio estate ancora nelle “sue” Chioggia, Pordenone, Conegliano e Udine. Motivi di gratitudine abbiamo espresso anche al benefattore don Terziano nel 60° del suo sacerdozio con una uscita condivisa a Pradis Grotte (4 agosto).
  • Con sorpresa abbiamo accolto la proposta venutaci da Trieste di un musical incentrato sui fatti di Vienna 1683 ideato e realizzato da un gruppo, denominatosi “I mercanti di caffè”, che si è esibito nella propria città,  e poi però anche a Vienna a favore della corretta riconsiderazione di una  pagina di storia da parte di quella città come della comunità italiana che in essa vive e opera. Amicizia ci hanno riespressa i teatranti del “Gruppo Teatro Corva” che desiderano farsi ancora, dopo ben venti rappresentazioni sul Nostro effettuate con sacrificio (quest’anno a San Polo di Piave e Spilimbergo), ambasciatori nella nostra terra delle sue gesta e santità. Un ulteriore filone di divulgazione e conoscenza potrà essere quello delle università della terza età, che intendiamo visitare nel nuovo anno dopo averlo fatto nel febbraio scorso a Spilimbergo; come quello delle vie pubbliche che attendono di essere benedette o intitolate in diversi comuni (nel 2019 è toccato a Pasiano di Pordenone in quel di Cecchini). Non mancheremo di divulgare allora e ancora biografie, opuscoli e immaginette (queste ultime stampate nel 2019 anche in più lingue) come di usare il sito www.beatomarcodaviano.it , la pagina fb comitatobeatomarcodaviano,  le onde radio e le antenne televisive: Padre Marco è senza confini nella “vocazione” sua!
Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Attività del comitato anno 2019

Auguri di Buon Natale

Buona parte della felicità che vostra paternità si è compiaciuta augurarmi per occasione  del santissimo Natale et anno nuovo, ho io goduta in considerarmi così viva nella di lei memoria. Il rimanente l’attendo da’ suoi cari cenni, professandolene obligazioni particolari. Intanto ringrazio la paternità vostra delle sue affettuose espressioni, et riauguro prosperità e perfetta salute. Elisabetta Amalia di Assia-Darmstadt vedova del duca di Neuburg elettore palatino e suocera dell’imperatore Leopoldo I d’Austria – lettera 22 gennaio 1695 al padre Marco

Anche noi domandiamo al Beato Marco di “considerarci”, soprattutto “nella viva memoria” di Dio. Possiamo, forse dobbiamo, chiedergli, come devoti a lui, anche nell’”occasione del santissimo Natale”, quel vivo amore del Signore che lui ebbe: per sperare da figli, per mezzo di un fratello santo che può ricordarci al Padre, di godere di “prosperità e salute”.

Auguri cari Don Luigi Stefanuto con il Consiglio di Presidenza del Comitato Beato Marco

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Auguri di Buon Natale

Preghiera a Monte Grisa

Sabato 15 settembre abbiamo pregato invocando il beato cappuccino nella chiesa del CastelloA  TRIESTE  MONTE GRISA  –  Tempio mariano nazionale Dopo il pranzo (ore 13.15) nelle strutture ricettive del Tempio e la ricreazione Ore 15.45:Momento recitato e cantato dal titolo “Il panettiere e la luna. Ballata per un cappuccino” ideato dal triestino Marco Rodriguez. Si esibiscono: l’attore Lorenzo Zuffi, la cantante Marinella Miletich e i musicisti Diego Zotti, Amleto De Ninno e Paolo Cervi Kervischer. (Foto C. Patrizi)

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Preghiera a Monte Grisa

Incontro su Due Vescovi di Concordia

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Incontro su Due Vescovi di Concordia

Commemorazione in memoria del vescovo Gioacchino Muccin

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Commemorazione in memoria del vescovo Gioacchino Muccin

Messa in ricordo di Don Biancuzzi

Una messa in memoria di Don Luigi Biancuzzi, membro del comitato Beato Marco d’Aviano, deceduto il 2 ottobre scorso, verrà celebrata MARTEDI’ 29 ottobre alle ore 20 a San Martino di Campagna (fz. di Aviano) nella cappella di casa di Don Angelo (Via Belvedere); alla messa in ricordo di Don Biancuzzi sono invitati tutti i suoi amici e conoscenti

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Messa in ricordo di Don Biancuzzi

Rappresentazione teatrale della vita del Beato Marco d’Aviano della compagnia teatrale San Bartolomeo di Corva a Spilimbergo

Sabato 26 ottobre a Spilimbergo la compagnia teatrale San Bartolomeo di Corva si esibirà al teatro cinema Castello

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Rappresentazione teatrale della vita del Beato Marco d’Aviano della compagnia teatrale San Bartolomeo di Corva a Spilimbergo

Don Luigi Biancuzzi ha raggiunto la Casa del Padre

Ci ha lasciato Don Luigi Biancuzzi. La foto è stata scattata durante l’incontro del 10 agosto : sarà il miglior commento vedere Luigi baciare la reliquia del nostro beato. Grazie! Era molto sensibile e avrà in cielo un grandissimo piacere di ritrovarsi così ricordato.Un caro friulano saluto nel più dolce ricordo del bene che Luigi ha voluto a Gesù, quindi a tutti e… a noi! Comunichiamo con dolore e cristiana speranza che – accompagnato certo in cielo dai Santi Angeli nella loro festa – a 75 anni di età il grande cuore del nostro carissimo

L U I G I   B I A N C U Z Z I

ora batte con il cuore di Dio. Grande è stata la sua fede affinata lungo una vita segnata dal limite della malattia cardiaca che lo aveva colpito ancora adolescente. Grandemente legato al venerato a Udine padre Cesario e perciò all’indimenticabile per noi padre Venanzio, assorbì da questo la devozione al Beato Padre Marco partecipando con forte convinzione e fervore a tutti i momenti che hanno sostenuto, da almeno una trentina d’anni a questa parte, il cammino verso e dopo la beatificazione dell’antico e santo cappuccino friulano ed europeo, rifondandone il Comitato per la causa nel 2013. Fortissimo a Pordenone fu pure il suo rapporto con don Angelo Pandin nella migliore devozione alla Madonna. Era anche nato nel giorno della memoria annuale del Beato Odorico, santo frate pordenonese e udinese insieme. Lo piangiamo umanamente per la sua cordialità, sensibilità umana spiccata, attenzione e discrezione alle persone degli amici, espressa sino agli ultimi giorni, e prima con la sua macchina fotografica. E però nella serenità – e sereno lui ci disse sorridente di essere stato sempre in questi mesi di più acuta sofferenza – che viene appunto dalla fede pasquale da Luigi vissuta intensamente anche come ministro straordinario dell’Eucaristia e delle celebrazioni comunitarie nelle sue parrocchie del comune di Pavia di Udine. Siamo uniti in queste ore alla moglie, la cara signora Ermida, che l’ha assistito con impareggiabile dedizione, e ai tre figli. La messa di cristiano commiato si celebra nella chiesa parrocchiale di Lauzacco di Pavia di Udine alle ore 17 di venerdì 4 ottobre, festa del Serafico San Francesco e primo venerdì consacrato al Cuore Sacratissimo di Gesù, del cui Amore misericordioso confidiamo Luigi goda oggi per sempre felice.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Don Luigi Biancuzzi ha raggiunto la Casa del Padre

LUOGHI DI TURISMO E VIAGGIO A VIENNA

Il crocevia di genti appartenenti ai tre ceppi linguistici del continente, latino, germanico, slavo, che il Friuli Venezia Giulia è, con simbolo il santuario sul Monte Lussari, trova nel Beato Marco, per il terzo agosto consecutivo, il “patrono” conforme a tale peculiare vocazione. Alle celebrazioni eucaristiche predicate domenica 11 agosto nel Tarvisiano dal nostro don Luigi si alternano le lingue slovena (a Ugovizza) e tedesca e italiana (a Malborghetto e Bagni di Lusnizza), grazie pure a testi riferiti al beato d’Europa che il Comitato ha predisposto nelle lingue della Valcanale e mette a disposizione insieme a recenti biografie. Questo valore europeo, esplicitante e in definitiva invocante pace là dove infuriò guerra, brilla poi nel viaggio a Vienna del 20/22 agosto di 57 persone animate da Claudio Sottile, del Comitato Beato Marco, che partono da Basalghelle, Mansué e Ghirano (con i loro parroci e un frate di Motta), Pordenone (con don Sergio Moretto), Udine. Tappe di celebrazione nella trasferta sono, dopo l’abbazia di Heiligenkreuz nel Bosco Viennese, l’urna del beato nella Kapuzinerkirche (con corteo al monumento esterno e quindi visita alle tombe imperiali sottostanti)e, ultimo giorno, il santuario memoriale della liberazione del 1683 sul Kahlenberg (con il finale di un pranzo alla vista panoramica della città). Peculiarità del viaggio è la visita ben guidata dei luoghi del rapporto del cappuccino con Casa d’Asburgo, specie la Hoffburg e l’Augustinerkirche, più il castello di Schonbrunn. Ma un altro andare insieme si è aggiunto a inizio mese del Beato Marco (4 agosto): l’uscita nella montagna pordenonese, auspice il Comitato, di una cinquantina di amici in festa con don Terziano che ha celebrato la messa di diamante con otto preti nelle “sue” Grotte di Pradis, visitate in gruppo “guidato” dall’enciclica Laudato si’ di papa Francesco sulla custodia del creato, sempre più attuale. Si è andati allora anche al nuovo Centro parrocchiale intitolato al Beato Marco ad Anduins e si è deposta nella “cattedrale” di Vito d’Asio una convinta preghiera e il ritratto di un altro “santo”, Egidio Bullesi, che ci sta a cuore ed ebbe lassù una lunga amata presenza nel parroco della piccola comunità.    

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su LUOGHI DI TURISMO E VIAGGIO A VIENNA