SECONDA TAPPA DEL VIAGGIO A VIENNA

Seconda tappa del viaggio europeo a Praga e Vienna in onore del Beato Odorico da Pordenone e del Beato Marco d’Aviano. Il gruppo ha celebrato la festa anniversaria della liberazione di Vienna nel santuario sul Kahlenberg, luogo della celebre vittoria di 335 anni fa. Il nunzio apostolico mons. Diego Causero, alla presenza della Comunità degli italiani della città,  ha presieduto una Messa solenne anche nella Kapuzinerkirche, ove il Beato Marco è stato onorato presso la sua tomba. Visitato quindi il mausoleo della storia dell’antico Impero che accoglie i sarcofaghi di ben 150 fra imperatori e familiari degli Asburgo, compreso l’ultimo inumato, l’arciduca Otto, già parlamentare europeo. Da ricordare che fra i nomi di battesimo degli eredi al trono d’Austria sempre veniva imposto quello di Marco d’Aviano. A lui ha dedicato intense pagine di storia, con riflessi di attualità sulle situazioni attuali dell’Europa, il prof. Franco Cardini: il noto storico ha così continuato la sua riflessione iniziata a Praga in occasione della consegna della reliquia del Beato Odorico. Dunque si sono abbracciate, in questo viaggio, due figure fortemente incarnate nell’attualità del mondo, anche nella chiave dei futuri assetti geopolitici. Il gruppo ha concluso la sua trasferta nell’abbazia di Heiligenkreuz, nel bosco viennese, un importante centro spirituale e culturale d’Europa, che celebra, ogni anno il 14 settembre, la festa dell’esaltazione della Santa Croce, conservandone una famosa reliquia.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su SECONDA TAPPA DEL VIAGGIO A VIENNA

IL VIAGGIO EUROPEO DELLA DELEGAZIONE PER ODORICO DA PORDENONE E MARCO D’AVIANO

Praga: il dono di una reliquia del Beato Odorico.  Un viaggio a Praga e Vienna, due capitali della cultura mitteleuropea, onorando Odorico da Pordenone e Marco d’Aviano. Un itinerario nell’anno del 7° centenario del viaggio odoriciano, in luoghi di richiamo dei due beati frati missionari, vanto del Friuli. La Boemia delle origini familiari di Odorico, ritenuto figlio di quella stirpe insediatasi a fine 1200 a Villanova di Pordenone; Vienna, per non dimenticare la grande impresa di Marco a difesa dell’Europa. Le prime due giornate, lunedì e martedì, sono state dedicate alla visita e alla conoscenza di Praga, occasione per conoscere la realtà di una città molto affasciante e di un popolo da noi poco conosciuto. La delegazione friulana è stata accolta da padre Regalat Benes, profondo conoscitore del Beato Odorico.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su IL VIAGGIO EUROPEO DELLA DELEGAZIONE PER ODORICO DA PORDENONE E MARCO D’AVIANO

Viaggio a Praga e Vienna in onore dei beati Marco d’Aviano e Odorico da Pordenone

Il viaggio europeo a Praga e Vienna si terrà in onore dei beati frati Odorico da Pordenone, “della stirpe boema” (7° centenario della sua partenza per l’Oriente, 1318-2018), e Marco d’Aviano dal 9 al 14 settembre, comprensivo del giorno anniversario (12 settembre) della liberazione della capitale d’Austria, dove, il 13 settembre dopo la messa nella Kapuzinerkirche, il noto storico Franco Cardini terrà una lezione su Marco d’Aviano, presente pure la comunità dei connazionali italiani là residenti

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Viaggio a Praga e Vienna in onore dei beati Marco d’Aviano e Odorico da Pordenone

CELEBRATA SUI CONFINI, A 100 ANNI DALLA GRANDE GUERRA, LA FESTA DEL B. MARCO “D’EUROPA”- Cronaca delle celebrazioni

La festa agostana di quest’anno 2018 ha toccato – si può dire – i quattro angoli del Friuli Venezia Giulia e in particolare il confine orientale d’Italia. Il Beato Marco, del resto, è l’apostolo che invita oggi a guardare oltre i confini nella ricerca della pace e per la costruzione di un’unità sempre più necessaria in Europa: essa sola è medicina contro la guerra, che cent’anni fa insanguinò soprattutto questa terra vocata non allo scontro ma all’incontro fra i popoli. La reliquia del cappuccino è stata portata dal Comitato pro causa di canonizzazione con questi sentimenti – ricordando l’immane tragedia della “grande” Guerra quando Italia e Austria, le due nazioni legate alla vicenda storica del Nostro, erano nemiche (e oggi invece sono grandi amiche) – in territori sensibili, fino al 1918 appartenenti all’Impero austroungarico: a Gorizia, la città tagliata dal confine, e per la prima volta a Trieste l’11 agosto; e nel Tarvisiano, crocevia d’Europa, domenica 12 agosto, completando qui l’esperienza dell’anno passato nello “spirito dei tre popoli” proprio del santuario mariano del Lussari, dove confluiscono genti germaniche, latine, slave.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su CELEBRATA SUI CONFINI, A 100 ANNI DALLA GRANDE GUERRA, LA FESTA DEL B. MARCO “D’EUROPA”- Cronaca delle celebrazioni

Nell’anno conclusivo del centenario della prima guerra mondiale impetrando pace e unione fra i popoli d’Europa

Su Radio Voce nel deserto Pordenoneogni giovedì ore 10.15: 9 agosto (“La settimana del beato”); 16 agosto (“La pianeta restaurata”); 23 agosto (“Il viaggio europeo Praga/Vienna”); 30 agosto (“Amico dei santi, padre Venanzio Renier”). Repliche: successivi sabati, ore 17; domeniche, ore 21.30   Celebrazioni con recita dell’Atto di dolore perfetto, preghiera d’intercessione e bacio alla reliquia 

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Nell’anno conclusivo del centenario della prima guerra mondiale impetrando pace e unione fra i popoli d’Europa

LA RESTAURATA PIANETA DEL BEATO MARCO È TORNATA A CASA – cronaca della giornata

L’anno scorso, nell’agosto di padre Marco, la meta di pellegrinaggio fu Lubiana; questa volta si è già andati col Comitato e 80 partecipanti in Cadore il 26 luglio, festa di Sant’Anna e dell’amena borgata di Calalzo, Rizzios, che ancora venti anni fa (1998) attirò padre Venanzio e 180 pellegrini alla scoperta della pianeta detta del Beato Marco: del paramento, il cartiglio ricamato su di esso dice che se ne è servito il celebre cappuccino, mentre l’Associazione Cintamani diretta dal pordenonese Carlo Scaramuzza se n’è come “innamorata”, volendolo restaurare nella nostra città (per le abili mani di Simonetta Giacomini), presentare con un convegno (tenutosi al Museo diocesano il 19 aprile con una relazione, fra le altre, dello storico Marco Perale, assessore alla cultura del Comune di Belluno) e ora onorare nel suo sito di ormai tre secoli e più. Dove siamo andati, via Cimolais e Valcellina, a restituire un bene prezioso per la cultura, e tanto più per il mondo dello spirito visto che trattasi della reliquia di un santo (“per contatto”), e a ulteriormente valorizzarlo grazie alla pubblicazione “Storia e storie di una pianeta” con la quale Cintamani, per la cura di Loredana Gazzola e dello stesso dr. Scaramuzza, ha voluto suggellare il proprio coinvolgimento nell’operazione restauro e lasciare anche al Cadore consapevolezza piena dell’importanza del manufatto.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su LA RESTAURATA PIANETA DEL BEATO MARCO È TORNATA A CASA – cronaca della giornata

Anche da Ghirano e Villanova in Cadore alla riconsegna della restaurata pianeta di P.Marco

Pellegrinaggio in Cadore il  26 luglio,al quale hanno partecipato 80 persone, anche da Ghirano e Villanova di Prata, con mons. Romano Nardin, convinto membro del Comitato. Li ha spinti lassù la pianeta appartenuta al beato conservata da tre secoli nella chiesa di Sant’Anna della località Rizzios di Calalzo. Sottoposta a Pordenone nei mesi scorsi a restauro (raccontato da una bella pubblicazione edita per l’occasione), è stata riconsegnata (foto) dopo la messa concelebrata col vicario generale di Belluno-Feltre e prima della visita a Pieve di Cadore, nella cui chiesa arcidiaconale, madre di tutte le comunità cadorine, il Beato Marco fu quaresimalista. Visitato pure il vicino santuario del Cristo dove c’è l’unica tavoletta ex voto di un miracolo del taumaturgo cappuccino, operato nel 1699 in favore della cadorina Nicoletta Brustolon durante la predicazione di Quaresima del 1699 a Ceneda. (w.a.)

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Anche da Ghirano e Villanova in Cadore alla riconsegna della restaurata pianeta di P.Marco

Ritorna in Cadore la pianeta del Beato Marco d’Aviano

Riconsegna della Pianeta alla COmunità di Rizzios di Calalzo il giorno 26.07.2018

Pellegrinaggio da Pordenone verso la piccola Comunità Del Cadore

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Ritorna in Cadore la pianeta del Beato Marco d’Aviano

Anniversario Padre Venanzio

Si sono susseguiti a metà giugno i sentiti momenti dell’anniversario decimo della “nascita al cielo” di padre Venanzio nei tre luoghi di nascita (Chioggia), morte (Conegliano), lunga permanenza a pro della causa del Beato Marco (Pordenone), sepoltura (Aviano). Il 1° luglio egli è ricordato con il suo confratello amico padre Cesario Finotti da Rovigo nella chiesa già dei Cappuccini di Udine alla messa celebrata dal vicario generale mons. Guido Genero (ore 18.30) nel giorno del 35° di padre Cesario.

A CHIOGGIA, sabato 16 giugno

Ha celebrato la messa prefestiva nella chiesa dei Filippini, che vide il piccolo Edoardo Renier fra i primi allievi dell’Oratorio diretto dall’ora venerabile Raimondo Calcagno, il filippino padre Gontrano Tesserin. Presente un gruppo di amici del Beato Marco partiti in pullman da Pordenone e che avevano visitato in mattinata l’isola di Pellestrina. Non è mancata nel pomeriggio la sosta anche al luogo dell’ordinazione sacerdotale del Beato Marco: la cappella del Vescovado. I pellegrini sono grati al Seminario di Chioggia e al Museo diocesano per la fraterna accoglienza al pranzo e nella visita guidata della stupenda città, che giustamente padre Venanzio tanto amava.

A PORDENONE, domenica 17 giugno

Nell’esatta data della morte del padre, due le celebrazioni. Alla sera quella propriamente anniversaria nella chiesa del “Cristo”, celebrata da un amico di vecchia data del padre, mons. Sergio Moretto, attuale rettore del santuario “Madonna del Monte” di Marsure di Aviano e membro del Comitato Beato Marco (sabato 16 aveva qui pure celebrato in suffragio fr. Licinio Pasqualotto, confessore bisettimanale nella stessa chiesa in cui padre Venanzio aveva dimorato per 17 anni). Ma il nome di padre Venanzio è riecheggiato in mattinata pure nella chiesa cittadina del Beato Odorico dove il provinciale dei Cappuccini padre Roberto Tadiello ha presieduto la messa di 150° dalla nascita di padre Odorico da Pordenone, omonimo del beato missionario, occasionata dalla visita degli italiani del Coro Fedeli Fiumani della cattedrale della città sul Quarnero dove il cappuccino padre Odorico aveva trascorso anni difficili accanto a un popolo provato dalle occupazioni opposte (naziste e titine) e poi dal massiccio esodo. Fu proprio padre Venanzio a lasciare uno scritto rievocativo del vecchio e insigne suo provinciale (lo fu eccezionalmente per quattro mandati).

A CONEGLIANO, lunedì 18 giugno

Nella chiesa dei Cappuccini ha presieduto la concelebrazione, conclusa con la lettura del “Transito di padre Venanzio”, mons. Piersante Dametto, ora cappellano dell’attiguo Ospedale, amico di padre Venanzio quale parroco per 24 anni di Oderzo, città carissima a Marco d’Aviano. Insieme a lui i preti membri del Comitato Beato Marco con il presidente don Luigi Stefanuto. Era presente sull’altare il vescovo/allievo del padre, mons. Flavio Roberto Carraro. Efficacissima la predica in parallelo dettata da mons. Piersante ispirata dall’esortazione Gaudete et Exsultate di papa Francesco. Alla stessa ora celebrazione ad Aviano nel cimitero sulla tomba/altare in cui il corpo di padre Venanzio riposa.

LA PUBBLICAZIONE “AMICO DEI SANTI”

Tutte le celebrazioni si sono concluse con la presentazione del volumetto nel quale il Comitato Beato Marco ha raccolto frammenti di dichiarazioni, articoli, memorie lasciate da padre Venanzio su suoi incontri con santi, beati, venerabili e servi di Dio. Se ne contano 34, pur non avendo padre Venanzio scritto in modo sistematico. Questo lavoro conferma come il padre aspirasse in modo singolare alla santità, come dice bene il profilo di lui steso da fr. Aurelio Blasotti, il quale chiude la degna memoria di un vero “Amico dei santi” (questo il titolo della pubblicazione di 140 pagine). Distribuito ai fedeli pure un santino ricordo con preghiera tratta dalle meditazioni mattutine di padre Venanzio, recitata come ringraziamento alla comunione.

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Anniversario Padre Venanzio

Pubblicazione rieditato il libro di Padre Venanzio “amico dei Santi”

In occasione dell’anniversario di Padre Venanzio il Comitato Beato Marco edita Amico dei santi, pubblicazione illustrante incontri di padre Venanzio con santi, beati, venerabili e servi di Dio; viene inoltre diffuso il libro biografico Padre Marco d’Aviano. Il beato che salvò l’Europa di don Marcello Bellina, ampliato e pure rieditato dal Comitato

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento