BEATO MARCO – A CONCLUSIONE DEL GIUBILEO DELLA MISERICORDI

Giorni fa è ricorso l’anniversario della nascita e battesimo del Beato P. Marco (17 novembre) cui, poco dopo, segue quello della sua entrata nell’ordine cappuccino e professione religiosa (21 novembre). Quest’anno, fra le due date, si collocava la conclusione dell’Anno Santo straordinario della Misericordia che tanta affinità di contenuti ha avuto con l’annuncio precipuo del Nostro, “apostolo del dolore perfetto”. Per questo, prima della chiusura della Porta Santa da parte del papa, si è voluta sottolineare ancora una volta questa “dimensione” essenziale del Beato Marco pregando con le monache di clausura (il 21 novembre di ogni anno si celebra la loro giornata “pro orantibus”). Si è così raggiunta Venezia nell’ultimo “venerdì della Misericordia”, il 18 novembre. La liturgia penitenziale d’intercessione ha riguardato i monasteri delle Suore Bianche al Lido (all’Ora Sesta) e delle Clarisse alla Giudecca (all’Ora Nona). Sorprese le prime dell’originale proposta, fatta loro da mons. Cesare Zanusso, parroco al Lido e a Malamocco; contente le seconde di rivedere mons. Giuseppe Camilotto, arciprete della Basilica marciana, e quanti continuano l’opera itinerante di padre Venanzio, che tanto teneva a coinvolgere i monasteri femminili e le case di religiose, visitate dal Comitato B. Marco fin qui in più di cinquanta località.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>